Rapporto preliminare campagna 2009

Terza campagna di ricognizioni di superficie a Festòs

(23 settembre – 20 ottobre 2009)

Rapporto preliminare

 

–       I membri della missione

La terza campagna di ricognizione nella città e nel territorio di Festòs si è svolta dal 23 settembre al 20 ottobre 2008. Alla missione, realizzata sotto l’egida della Scuola Archeologica Italiana di Atene e diretta da Maria Bredaki, eforo di Hiraklion, da Fausto Longo, dell’Università di Salerno e da Mario Benzi, dell’Università di Pisa hanno partecipato il Laboratorio di Rilevamento e Geomatica dell’Università di Padova diretta dal prof. Vladimiro Achilli e il Laboratorio di Geofisica dell’Università di Napoli ‘Federico II’ diretto dalla prof.ssa Rosa Di Maio. Hanno inoltre partecipato il prof. Giampaolo Graziadio dell’Università di Pisa, il dott. Amedeo Rossi, assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Salerno, il prof. Alfonso Santoriello, ricercatore dell’Università degli Studi di Salerno, il dott. Simone Foresta, dottore di ricerca presso l’Università ‘Federico II’ di Napoli, il dott. Filippo Virgilio, dottore di ricerca presso l’Università di Pisa, le dott.sse Valeria Lenuzza e Elisabetta Pezzi, dottorande di ricerca presso l’Università di Pisa, gli ingegneri topografi dell’Università di Padova Massimo Fabris, assegnista di ricerca, Gabriele Targa, ricercatore, Denis Bragagnolo, tecnico laureato, i geofisici Maria Grazia Soldovieri, Mauro Lamanna, Bartolomeo Garofalo e gli studenti Felice Perciante dell’Università di Salerno e Antonella Apicella e Maria Criscuolo dell’Università di Napoli ‘Federico II’. Per l’eforia di Hiraklion ha partecipato il tecnico topografo dell’eforia Michalis Spyridakis. Sebbene non presenti sul campo hanno partecipato all’organizzazione e all’elaborazione dei dati Emanuela Santaniello, dottore di ricerca presso l’Università di Napoli ‘L’Orientale’ e l’ing. topografo Andrea Menin, ricercatore presso l’Università di Padova.

–       L’attività di ricerca svolta nel 2009

L’attività di ricognizione ha interessato due zone: la prima (B) a sud del villaggio di Haghios Ioannis; la seconda (C) immediatamente ad ovest dell’area ricognita nel 2008 (fig. 1). Le ricerche nella zona C avevano l’obiettivo di chiarire i limiti occidentali della città, mentre nella zona B di verificare, mediante una ricognizione di carattere intensiva con raccolta totale e mediante indagini geofisiche, la presenza di strutture circolari visibili sulle fotografie aeree.

Le ricerche nella zona C hanno permesso di precisare il limite occidentale della città marcato da due canali naturali, di riconoscere un’area di frequentazione di età romana, forse di età tardo romana (§ 4), nonché di individuare una concentrazione di materiale proto-palaziale ai piedi della collina di Christòs Effendi. La quantità del materiale, in parte certamente scivolato lungo il pendio della collina, potrebbe essere riferibile ad uno o più edifici riferibili al medio minoico attestando ancora una volta l’estensione dell’insediamento minoico di Festòs nella fase proto-palaziale.

Nella zona B, a sud di Haghios Ioannis, in prossimità delle cd. terme, le indagini hanno individuato i resti di una struttura romana in cocciopesto (non nota in bibliografia) e alcuni blocchi calcarei, nonin situ, forse pertinenti al tratto meridionale della fortificazione della città. La ceramica raccolta in questo settore è riferibile essenzialmente ad epoca romana e bizantina con una prosecuzione sino ad età medioevale e all’età moderna (§ 4). La scoperta di una struttura romana in cocciopesto andata distrutta e il materiale, in qualche caso già risalente al I sec. d.C., potrebbe essere l’indizio di una frequentazione in età romana non limitata ad una villa rustica isolata, quanto piuttosto ad un piccolo abitato rurale concentrato lungo l’asse viario diretto a Matala; tale strada, proveniente da Gortyna (seguiva verosimilmente l’attuale strada per Tymbaki), probabilmente piegava verso Matala proprio in prossimità dell’antica città di Festòs, raggiungeva l’attuale villaggio di Haghios Ioannis per poi proseguire in direzione del mare. Le anomalie riscontrate dalle fotografie aeree nella zona B (resti di probabili strutture circolari) hanno indotto l’équipe a suddividere alcune delle zone in quadrati 5 x 5 dove è stata poi effettuata una raccolta integrale dei materiali.

Nella stessa area dei quadrati sono state effettuate indagini geofisiche multi-metodologiche che sembrano confermare sia l’esistenza di costruzioni circolari (la loro natura resta tuttavia incerta in assenza di uno scavo) sia la presenza di una struttura est/ovest le cui tracce sono visibili anche in superficie (microrilievo del terreno, concentrazione di pietre, blocchi squadrati non in situ).

Altre indagini geofisiche sono state condotte nel settore A ricognito nel 2008 e, più precisamente, in prossimità del saggio di scavo in proprietà Petinarakis (probabile tratto di fortificazione) e nell’area immediatamente ad est del saggio di scavo in proprietà Manousidakis. Particolarmente significative le indagini condotte nell’area presso Petinarakis che confermano la presenza di un setto murario in direzione est che, come ipotizzato lo scorso anno, a circa 40 metri dal tratto ancora visibile sembrerebbe dirigersi verso sud (§ 6).

Nel corso della campagna di quest’anno il gruppo dei topografi dell’Università di Padova ha proseguito la  georeferenziazione delle emergenze archeologiche (§ 5): il palazzo e le strutture più recenti collocate sulla collina di Kastrì e sull’Acropoli Mediana, l’edificio presso Haghios Gheorghios in Falandra, il quartiere di Chalara (di cui è stato effettuato anche un parziale rilievo con laser scanner), le c.d. terme e i resti della struttura in cocciopesto presso Haghios Ioannis, la tomba a tholos e le strutture ellenistiche dello scavo Vasilakis, la tomba protogeometrica rinvenuta poco più a sud, la tomba romana lungo la strada per Kalamaki e la tomba a tholos di Kamilari. Le strutture georeferite nel corso dell’inverno 2009/2010 verranno inserite sulla nuova carta al 5000 realizzata con una digitalizzazione della documentazione cartacea fornita dalla soprintendenza archeologica.

Sempre nel corso del 2008-2009 è stata avviato lo studio della fotografia aerea da parte dei ricercatori dell’Università di Salerno realizzato su supporti multiscalari e multitemporali recuperati presso l’archivio dell’Istituto Geografico Militare della Grecia (G.Y.S.) in attesa di poter effettuare uno studio più approfondito su nuovi supporti che saranno appositamente realizzati nei prossimi anni. Lo studio aereotopografico, ancora preliminare, affiancato da puntuali riscontri sul terreno effettuati in quest’ultima campagna, e da un confronto con le evidenze archeologiche georeferite e sovrapposte ai supporti aereofotografici ha fornito elementi di grande interesse e di riflessione sia per quanto riguarda la ricostruzione del paesaggio (morfologia, individuazione di tracce fluvio-palustri), sia per quanto riguarda il riscontro di anomalie da mettere in rapporto sia alla strutturazione urbana della città classica ed ellenistica sia all’organizzazione del territorio (divisioni, viabilità, presenza di cisterne e di ipotetici circoli funerari).

Un particolare interesse hanno suscitato in particolare le anomalie riscontrate a sud del villaggio di Haghios Ioannis e l’individuazione di quattro diversi orientamenti all’interno della città probabilmente riferibili all’assetto urbano classico-ellenistico per una serie di riscontri tra orientamenti e documentazione.

Maria Bredaki (Eforia di Iraklion), Fausto Longo (Università di Salerno), Mario Benzi (Università di Pisa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: